Antifa o gli utili idioti

Gli estremisti di sinistra sono diventati recentemente i complici di Big Pharma, Big Tech, l'elite finanziaria e le signore e i signori del WEF. Opposizione ai potenti?
Questo accadeva una volta 

Antifa: fino ad ora, questo era associato ad un gruppo di persone vestite per lo più di nero, mascherate, e molto violente . Poco fondamento teorico, ma tanto urlare. E molta opposizione: contro lo Stato, le autorità, il WEF. Per così dire: distruggi ciò che ti spezza. 

Cambio di scena: sabato 23 ottobre, gli oppositori delle misure Covid hanno tenuto una leggendaria manifestazione a Berna. Leggendaria per il numero incredibilmente grande di manifestanti e l'atmosfera decisamente pacifica. 

E poi è successo questo (ovviamente non si poteva leggere nulla sui principali media): un'orda di simpatizzanti di Antifa ha preso d'assalto l'autobus di un gruppo di visitatori della manifestazione dalla Fricktal alla fine della manifestazione. Era un attacco che poteva finire male. I finestrini dell'autobus sono stati rotti perché la folla ha lanciato grosse pietre contro l'autobus. Non gli importava che alcune persone avessero già preso posto lì. I passeggeri si sono gettati a terra spaventati: uno era coperto di schegge di vetro. Un altro aveva un bernoccolo in testa.

Zona franca della polizia

La polizia, che aveva professionalmente protetto i visitatori contro questa orda durante la manifestazione, è stata anche brevemente colpiata di pietre dagli Antifa. Non ci sono state conseguenze. Ha anche impiegata molto tempo dopo l'attacco all'autobus, per chiarire l'incidente. Anche la perquisizione della Reithalle, il centro "culturale" dell'estremismo di sinistra, coccolato dal governo della città, in cui l'orda si era rifugiata, significativamente non ha avuto luogo, perché la procura non ha emesso un mandato di perquisizione, sebbene la polizia lo avesse richiesto. E così la Reitschule è rimasta "senza polizia", come ha esultato su Twitter il Gruppo Anarchico Berna. Nota bene, nessun poliziotto è entrato nella zona per 10 anni. Anche Reto Nause (Die Mitte), il direttore della sicurezza della città di Berna, è rimasto in silenzio. Il che dice molto. E i media mainstream lo hanno ignorato comunque. C'era qualcosa a Berna?

Grave incidente a Winterthur 

Un grave incidente è avvenuto anche a Winterthur nello stesso periodo. Un uomo mascherato si è avvicinato a uno stand informativo della Mass-Voll e ha spinto una torta in faccia a una giovane donna che stava distribuendo materiale elettorale. Poi è fuggito non riconosciuto su una bicicletta. Naturalmente, le accuse contro lo sconosciuto non hanno portato a nulla. 

Chi sta effettivamente combattendo contro chi qui? 

Gli oppositori delle misure si oppongono a ciò che vedono come le sentenze ingiustificate del Consiglio federale e il suo stile autoritario, quasi totalitario, di leadership. Riescono a malapena a farsi ascoltare dai media tradizionali. Sono in opposizione, e questo non è davvero un piacere. Sta arrivando un forte vento contrario! Coloro che non vogliono essere vaccinati sentono la pressione dello Stato. Non c'è pietà!

Antifa fa il lavoro sporco 

E l'Antifa? Il cosiddetto Black Bloc, che ama fingere di essere anticapitalista? Improvvisamente è dalla parte dello Stato! Aiuta la polizia, e la polizia sta facendo amicizia con le orde del maneggio. Antifa fa il lavoro sporco: violento, volgare, primitivo. Si rende complice dello Stato! Lavorano per le grandi corporazioni,nelle mani dei capitalisti che si suppone siano odiati da loro! Quelli che si arricchiscono spudoratamente dalla pandemia: Jeff Bezos di Amazon, per esempio, ha guadagnato un miliardo di dollari in più ogni tre giorni! (Fonte: Milena Preradovic in conversazione con Norbert Häring) Le orde di Antifa sono di fatto complici di Big Pharma, Big Tech, l'elite finanziaria, le signore e i signori del WEF. Niente più opposizione. Nessuna ribellione contro lo Stato.

Non c'è altro modo per dirlo: sono gli utili idioti!

0
Carrello della spesa
  • Nessun prodotto nel carrello.