Appello per il diritto di voto contro il libretto di voto

Il testo della legge Covid 19 nella scheda elettorale del 13 giugno 2021 è quello approvato dalla Camera il 25 settembre 2020. Tuttavia, dalla sua entrata in vigore, la legge è stata massicciamente inasprita più volte. Gli Amici della Costituzione hanno scritto al Consiglio federale chiedendogli di comunicare questi cambiamenti. Purtroppo, la risposta della Cancelleria federale non ha mostrato alcuna intenzione di informare correttamente l'elettorato.

Negli ultimi giorni, gli amici della costituzione hanno ricevuto un vero e proprio diluvio di messaggi di elettori indignati. Molti svizzeri vedono le azioni del Consiglio federale come un inganno deliberato e intenzionale. Ci sono stati appelli sui social media per presentare in massa denunce per il diritto di voto.

L'indignazione per le azioni più che discutibili e non etiche del governo è molto comprensibile per gli Amici della Costituzione. Siamo in contatto con denuncianti selezionati e consideriamo molto ragionevole che i singoli elettori presentino un reclamo. Queste denunce devono essere redatte correttamente, per cui è necessaria una sufficiente conoscenza giuridica.

Non serve alla causa se le autorità sono sommerse da una moltitudine di reclami. Al contrario, la prospettiva di successo di un reclamo sui diritti di voto è diminuita se compete con una moltitudine di altri reclami che, nel migliore dei casi, sono insufficientemente motivati o inficiati da errori formali.

Speriamo che il Consiglio federale colga l'opportunità di correggere gli errori commessi finora attraverso una comunicazione attiva.

La nostra lettera al Consiglio federale e la risposta della Cancelleria federale si trovano qui sotto.

Lettera al Consiglio federale

Herunterladen

Risposta Cancelleria federale

Herunterladen

0
Carrello della spesa
  • Nessun prodotto nel carrello.